Vacanze nel Salento e luoghi da scoprire

Verifica disponibilità e prezzi
Prenota on line in tutta sicurezza

Diario dell'agriturismo

Vacanze nel Salento: i luoghi da scoprire

Con l’arrivo della primavera il primo pensiero è che i mesi freddi passino il più in fretta possibile per poter godere del caldo sole estivo preferibilmente in riva a un mare cristallino, l’ideale per rinfrescarsi.
Per questo vogliamo farvi conoscere il più suggestivo e incantevole tratto di costa salentina: quella che da Gallipoli arriva fino a Porto Cesareo, fiore all’occhiello della Puglia, territorio decisamente da scoprire. È questo il luogo ideale per le vostre vacanze da sogno, per regalarsi una vacanza fatta esclusivamente di sole, mare cristallino e tradizioni.

Il Salento è una striscia di terra sospesa nel Mediterraneo e protesa verso Oriente per più di 200 chilometri tra le province di Taranto, Brindisi e Lecce nell’abbraccio dei due mari, lo Ionio e l’Adriatico che si incontrano nella splendida cornice di Santa Maria di Leuca, estremo lembo di terra della penisola pugliese detta per questo Finibus terrae.
Nel Salento la memoria e la storia si fondono intimamente con la natura, l’arte e il colore disegnando uno scenario unico nel suo genere.
La costa, suggestiva ed incantevole, si alterna in precipizi e lidi sabbiosi in un continuo avvicendarsi di torri costiere, caverne marine, isolotti, arenili, spiagge incantate, scogliere mozzafiato e bacini naturali che non hanno eguali in tutto il Mediterraneo. Il mare del Salento regala gioie e visioni, intrecci festosi di colori, favole, storie e antiche leggende.
I panorami di cui si può godere offrono luoghi da sogno: la costa bassa di Gallipoli, la marina di Santa Caterina, le pareti rocciose della riserva naturale di Porto Selvaggio fino alle bianche spiagge di Porto Cesareo e Punta Prosciutto.

Gallipoli, Perla del Salento

Gallipoli è uno dei luoghi più emozionanti del Salento, antica terra di pescatori e marinai, luogo dal fascino orientale, dalle splendide spiagge, dai bellissimi monumenti storici, è posizionata in una specie di insenatura che regala panorami suggestivi, soprattutto al tramonto. In questa città è d’obbligo sostare per fare delle sontuose e indimenticabili cene a base di pesce e frutti di mare.
La città, il cui nome deriva dal greco kalé pólis, città bella, è protesa sulla costa occidentale del Salento ed è divisa in due parti: il centro storico e il borgo nuovo.
La parte più antica sorge su un’isola calcarea collegata alla terraferma da un seicentesco ponte ad archi ed è ricca di magnifici e storici edifici di notevole pregio artistico. Una strada panoramica che circonda l’intero isolotto consente di godere di scenari fiabeschi.
Attraversando il ponte si entra nel borgo nuovo in cui le moderne costruzioni hanno sostituito i palazzi costruiti tra l’800 e il ‘900. Qui sono presenti svariati negozi e numerose strutture turistiche per accogliere migliaia di visitatori estivi.
Di notevole importanza storico-naturalistica è l’Isola di Sant’Andrea distante circa un miglio al largo del centro storico, caratterizzata dalla presenza di animali selvatici.

Santa Maria al Bagno

Questo piccolo paesino è una località balneare della costa ionica del Salento, posto in mezzo alla meravigliosa baia che va da Gallipoli fino alla punta di Santa Caterina, fa parte delle marine di Nardò in provincia di Lecce.
Antico porto romano, Santa Maria al Bagno, oggi è una località frequentatissima da turisti che vengono da ogni parte d’Italia.
Nel Medioevo Santa Maria al Bagno era difesa dalla superba Torre del Fiume di cui oggi restano solo le quattro colonne.
Il litorale di Santa Maria al Bagno non è mai uguale, rientranze e sporgenze si alternano a punte aspre e dolci pendii, a boschi e pinete.
La costa è caratterizzata da rocce basse, la spiaggia al centro del paese è bagnata da un mare cristallino i cui fondali sono ambite mete per gli esploratori subacquei.

Santa Caterina

Anche Santa Caterina fa parte delle marine di Nardò. È una piccola e splendida località balneare ma può vantare scenari di alto valore ambientale e naturalistico, grotte naturali ed un mare limpidissimo.
Questa area è interessante sia dal punto di vista naturale che dal punto di vista archeologico, diversi studi hanno dimostrato che la prima presenza umana risale all’età della pietra.
Il paese è dominato dalle due vicine torri di Santa Caterina e dell’Alto. Dalle alture di questo piccolo centro turistico si può ammirare uno degli scorci più suggestivi del litorale salentino delimitato da Gallipoli a sud e dal parco naturale regionale di Porto Selvaggio a nord.
Santa Caterina è una meta indiscussa per gli amanti della natura ma anche per il popolo della notte, grazie ai numerosi pub, locali e discoteche sparpagliati in tutto il suo territorio che garantiscono divertimento fino alle prime luci dell’alba.
È dotata un piccolo porticciolo grazie al quale sono presenti diversi circoli nautici per gli amanti delle imbarcazioni da diporto.
Le coste di Santa Caterina hanno la conformazione di bassa scogliera e sono facilmente accessibili dalla strada che corre perimetralmente al paese, consentendo così accessi immediati e diretti al mare in qualsiasi punto del centro abitato ci si trovi.

Porto Selvaggio

A circa un chilometro da Santa Caterina in direzione nord si raggiunge il Parco naturale regionale di Porto Selvaggio e Palude del Capitano, meta obbligata per chi trascorre le vacanze in questa zona della Puglia per poter godere di uno spettacolo dei sensi mai provato prima, da non farsi mancare assolutamente!
Il Parco, che si affaccia sull’area marina protetta di Porto Cesareo, è stato istituito nel 2006 e dal 2007 fa parte del Fondo per l’Ambiente Italiano (FAI) come uno dei cento luoghi da salvare.
È questa un’oasi di pace e benessere. La costa è caratterizzata da alte scogliere che scendono a picco sul mare cristallino e da insenature e piccole calette di straordinaria bellezza, nonché una serie di grotte di elevato interesse scientifico. Il pescoso mare è limpido e pulito, in alcune baie raggiunge tonalità verde smeraldo, blu cobalto dove il fondale raggiunge profondità più elevate.
L’immediato entroterra è ricoperto da una rigogliosa vegetazione, in parte spontanea e in parte frutto dell’opera di rimboschimento voluta dal Ministero dell’Agricoltura nel 1950.
Porto Selvaggio è il luogo ideale anche solo per una passeggiata distensiva, il contatto vero con la natura incontaminata regalerà ai suoi visitatori momenti indimenticabili.

Porto Cesareo

In questa piccola e ridente cittadina il mare è protagonista assoluto.
Porto Cesareo è una rinomata e fiorente località turistica, qui più che altrove si respira l’atmosfera tipica del borgo peschereccio, le fornitissime pescherie approvvigionano i numerosi ristoranti dove si possono gustare prelibatissimi piatti a base di pesce freschissimo.
Porto Cesareo è sede dell’importantissima Area Marina Protetta e della Riserva Naturale Orientata Palude del Conte e Duna Costiera istituite per preservare e valorizzare la flora e la fauna dando la possibilità ai turisti di fare escursioni subacquee in queste acque eccezionalmente limpide. Vi è, inoltre, una Stazione di Biologia Marina, importante polo per la conservazione e valorizzazione di questo splendido mare.
Il litorale di Porto Cesareo è caratterizzato da immense distese di finissima sabbia dorata che si alternano a tratti di bassa scogliera delimitata dalle verdeggianti dune a macchia mediterranea. Tutta la costa è caratterizzata dalla presenza di diverse torri costiere anticamente poste a difesa ed oggi disponibili ai visitatori che dall’alto possono ammirare indimenticabili panorami e romantici tramonti.

Queste sono solo alcune delle località che il Salento propone. Questa terra non si dimentica, il ricordo del tempo passato qui rimane impresso all’infinito nella memoria come un dipinto dai colori vivaci in cui il blu profondo del mare sconfina nel verde della macchia mediterranea creando un paesaggio da favola.